Nero come un pneumatico?

Yokohama e l’ambiente
22 gennaio 2016
Dominio Yokohama al Rally Balcone delle Marche: Ricci vince davanti a Marchioro e Trentin
21 novembre 2017

Nero come un pneumatico?

Cosa c´è di più tipicamente ed iconicamente nero di un pneumatico? Forse nulla. Ebbene, molti sarebbero quindi sorpresi nello scoprire che i pneumatici, neri per antonomasia, in realtà all´inizio della loro storia non erano affatto di questo colore. Probabilmente non tutti sanno che fino al 1904 i pneumatici erano decisamente più chiari. Il colore “sbiadito” dei pneumatici dipendeva dal fatto che lo zolfo, necessario per il processo di vulcanizzazione, era l’unica sostanza chimica aggiunta alla gomma. Il “merito” di aver colorato di nero il pneumatico spetta al ricercatore inglese Sidney Charles Mote, che aggiunse nerofumo (sostanza, residuo della combustione parziale di sostanze organiche, in polvere finissima di colore nero) alla mescola per conferire alla gomma una maggiore resistenza all’abrasione. La prima azienda ad utilizzare industrialmente questa scoperta fu poi l´italiana Pirelli quando lanciò “Nero Ferrato”. Quest´ultimo presentava una delle più importanti innovazioni nel settore dei pneumatici, vale a dire un battistrada avvolto da una cinghia di cuoio chiodata che gli conferiva un minimo di capacità di “grip”.

L’abito scuro, però, è evidentemente sempre stato un po’ stretto al pneumatico che in oltre un secolo di storia ha ceduto spesso alle lusinghe del colore per un look più casual e sbarazzino. Già alla fine degli Anni ‘20 le gomme con la fascia laterale bianca erano tornate di moda. Più accattivanti ed attraenti, questo tipo di pneumatici fu un irrinunciabile optional per le vetture di lusso fino agli Anni ‘70.

Per decenni la sola alternativa cromatica è stata rappresentata dal bianco e dal nero. Negli Anni ‘60 arriva la prima spruzzata di colore con le gomme con fascia bianco e rosso.

Bisogna però arrivare a tempi davvero recenti per avere i primi pneumatici interamente colorati. All’inizio degli Anni 2000, il costruttore italiano Marangoni sorprese tutti proponendo coperture color verde militare, rosse e blu. Ultima iniziativa di colore è quella firmata qualche mese fa dal centro stile Garage Italia Customs, diretto da Lapo Elkann, che in accordo con Pirelli ha realizzato pneumatici con spalla colorata verde e blu in accordo con la carrozzerie di due dei bolidi di Elkann.

[Fonte Pneurama]

Comments are closed.